Peschi in fiore

Alcune curiosità sull’origine del PESCO

Zona di origine

Questo albero è probabilmente originario della Cina (secondo alcuni del Medio Oriente - Persia), dove era nato fin dal 2000 a.C. Per i cinesi è simbolo dell’immortalità. L'introduzione del pesco in Europa viene da alcuni attribuita ad Alessandro Magno, secondo altri i Greci lo avrebbero introdotto dall'Egitto. Viene coltivato in molti Stati nelle zone con clima temperato mite. I primi pescheti in Italia risalgono alla fine dell'800 e sono stati realizzati proprio qui vicino, in provincia di Ravenna. Anche in provincia di Treviso esiste una zona in cui questa coltivazione ha potuto svilupparsi e specializzarsi, soprattutto nel corso dell’ultimo secolo.

Zona di produzione coltivazione

A livello mondiale i maggiori produttori sono gli Stati Uniti, seguiti dall'Italia, Spagna, Grecia, Cina, Francia e Argentina. In Italia le regioni maggiori produttrici sono l'Emilia-Romagna, Campania, Veneto e Lazio.

La pesca è uno dei frutti per eccellenza dell'estate, grazie alle sue virtù, alla sua succosità e alla capacità dissetante, 85 % di acqua e acido citrico.

Coltiviamo la pesca percoca Romea, la cosidetta pesca da industria idonea alla trasformazione,

Parte della produzione delle nostre pesche la facciamo trasformare per fare succhi e confetture